Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

La stessa sera in cui fai la seduta di Cronogenetica si apre (quasi sempre) l’ONIRICO.

L’inconscio generazionale ti offre in cambio il sogno come pegno e dono del suo ringraziamento.

Cosa importa se sono trent’anni che non sogni o solo tre giorni?

Non tentare di sforzarti a ricordare i tuoi sogni!
Non arrabbiarti con la tua mente che fa da scudo tra te e il dialogo interiore con la tua Origine!

Tu registra, scrivi, memorizza i primi tre sogni importanti, scrivili e portali alla seduta successiva.
 
Sono preziosi, sono tuoi, raccontano il “vissuto” della causa radice che ha scatenato l’emozione che stiamo “pulendo”; non ti rivelano la verità oggettiva di ciò che è accaduto, ma il punto di vista emozionale del protagonista di allora e la sua intenzione positiva.
 
Raccontano quel “vissuto” ed è più importante di ogni verità!