Il primo figlio maschio è collegato come colore al giallo limone, al sole, al nonno materno, al faraone, all’oro. Il suo compito e funzione è quello di dare consistenza e territorio ai propri consanguinei, garantire la continuità del nome e del potere della famiglia. E’ la prima manifestazione dell’Ego Familiare.

La primogenita è invece un rosa confetto ed è di supporto alla madre (ma è anche la sua eterna rivale nei confronti del padre) e deve strutturarsi per la continuità generazionale. Ha una funzione di contenimento e insegnamento ai più piccoli. E’ la prediletta del padre, perché ha il carattere identico alla nonna paterna (appunto la madre del padre).

I 2 primi figli (maschio e femmina) hanno il ruolo e la funzione di CONTINUARE LA SPECIE. Il maschio garantisce e protegge il territorio e la femmina riempie il nido di cuccioli che alleva e cura.

FAMIGLIE CON FIGLIO UNICO

Il fatto di avere un solo figlio accade in quelle famiglie dove il RICONOSCIMENTO sociale è già attivo e viene dato per assodato. Questa famiglia è tranquilla e vuole solo la continuità della specie. Ripone così in un unico soggetto tutte le sue aspettative del futuro. Non ci sono molti problemi nel suo passato e può così permettersi di investire tutto e con tranquillità in un unico figlio. Non c’è alcun bisogno di spandere il seme, tutto è chiaro, ogni cosa al suo posto.

Maschio unico.  La madre vuole mantenere il potere della famiglia. Si vuole restare in possesso di quello che si ha, il cognome, il potere, il territorio, l’azienda. Non ci sono elementi in sospeso, non ci sono problematiche di eredità, tutto è giocato all’interno della famiglia. Tutto deve essere tutelato e alimentato. E’ un potere dinastico.

C’è bisogno di mantenere la responsabilità patrimoniale e gestionale dei beni della famiglia e dunque l’espressione “biologica” di questa famiglia è soprattutto di mantenimento e di chiusura nei confronti del mondo.

Il primogenito maschio come unico figlio funziona molto bene, ma appena nasce un altro figlio lui è subito disponibile ad abdicare. La sua configurazione da “Roi Soleil” determina una visione del genere: “O tutto, o niente!”.  Il fascino magnetico e solare che il primogenito unico figlio promana, coinvolge anche il materno che mantiene nei suoi confronti un timore costante: lei ha paura di innamorarsi di questo primogenito, che possa diventare il suo vero partner.

MESSAGGIO BIOLOGICO DELLA FAMIGLIA CON UN UNICO MASCHIO = CHIUSURA – MANTENIMENTO

Femmina unica. Il paterno spera di più in un futuro ed investe la primogenita del ruolo di PRINCIPESSA destinata a diventare futura regina. A lei il compito di continuare la specie in una rinnovata apertura al mondo. La femmina infatti farà arrivare il nuovo e fonderà un nuovo regno. Si tratta di un rinnovamento nella continuità della specie e della famiglia di origine.

A livello “biologico” la femmina unica identifica che il regno della famiglia è tranquillo. Siamo aperti al mondo ! C’è una visione sociale, un’espressione di apertura. La femmina andrà comunque a fondare “nuove dinastie”. Si tratta di attivare l’espansione.

MESSAGGIO BIOLOGICO DELLA FAMIGLIA CON UN’UNICA FEMMINA = ESPANSIONE

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi