Il canto della Creazione degli Huna si chiama KUMULIPO e spiega il concetto della loro “scienza segreta”. Quando Dio creò l’uomo usò due tipi di argilla: una rossa ed una bianca. In questo modo l’uomo venne creato con due spiriti viventi in sé stesso. L’uomo contiene infatti la mente cosciente e quella inconscia ed è costituito al suo interno da due entità separate e distinte. La mente conscia è il semplice sé che può parlare, che vive come un ospite nel corpo animale e che può osservare i fatti e razionalizzarli in maniera logica. Il lavoro maggiore della mente cosciente è quello di guidare e dirigere la mente inconscia o subconscio, o Sé inferiore.

Gli antichi Huna per descrivere le loro convinzioni usavano delle IPOTESI. L’ipotesi è un metodo per analizzare qualcosa come se fosse veramente così: non è tanto importante che l’ipotesi sia verificata, quanto è importante che si verifichi il risultato e che l’obiettivo venga raggiunto. La scienza di oggi ha interrotto la prosopopea delle origini del metodo scientifico ed ha introdotto le ipotesi come gli strumenti più adeguati per avanzare nella conoscenza, anzi solo ipotesi falsificabili sono le più utili per descrivere fenomeni che non sono da noi ancora completamente compresi come l’energia elettrica e l’energia della luce.

L’ipotesi fondamentale per la filosofia Huna sostiene che l’essere umano è composto da tre Sé, o menti, o spiriti distinti. Questi tre Sé sono descritti come:

Sé Superiore o Mente Super-Conscia.

Sé Intermedio o CONSCIO;

Sé Inferiore o Mente Inconscia

I Kahuna (che erano i sacerdoti di questo popolo hawaiano) grazie a questa ipotesi hanno sviluppato una conoscenza molto avanzata che permette di dare una spiegazione plausibile su come agisce l’inconscio, riconoscerne abilità e funzioni, ma soprattutto come utilizzarlo per i nostri desideri e obiettivi di vita.

Per gli Huna l’inconscio è simile ad un Sé animale: ha una capacità innata di guidare istintivamente il corpo fisico verso la crescita, controlla il respiro, la digestione del cibo ed esegue tutte le funzioni involontarie del corpo.  Oggi la scienza ha confermato come l’inconscio controlla le nostre risposte automatiche ed i nostri riflessi.

Gli animali sono controllati dalle emozioni e l’inconscio è il centro dell’essere emozionale. La mente cosciente ha invece come compito quello di razionalizzare i dati della percezione e prendere decisioni conseguenti.

I Kahuna intendono il subconscio (o inconscio) come il magazzino dei pensieri e delle impressioni del Sé cosciente. Oggi lo potremo paragonare ad un banco di memoria di un computer con annessi software di controllo, ma ovviamente non potremo pretendere che abbia il potere di prendere decisioni o di agire indipendentemente dai suoi passaggi pre-programmati.

La mente inconscia può essere connessa alla mente cosciente solo attraverso un ragionamento “induttivo”.  La mente conscia può agire come una guida, proprio come facevano gli antichi e dirigere la mente inconscia attraverso la suggestione.

Mentre l’inconscio ha il totale possesso delle memorie, il Sé conscio presiede e gestisce il potere della parola.

I Kahuna parlano poi dell’esistenza di un terzo Sé, più elevato degli altri, che potremo definire Super-Conscio o Sé Superiore. Questo termine è stato usato da molti psicologi come Jung ed altri. Freud lo chiamò “Super-Io”.

I Kahuna già molto tempo prima della moderna conoscenza occidentale sapevano dell’esistenza di questi tre distinti Sé ed il terzo, non soltanto era molto più evoluto degli altri due, ma avrebbe agito come una sorta di dio personale incarnandosi come membro del clan individuale o familiare.

Dunque il Sé superiore avrebbe una intima connessione con il GENERAZIONALE e con il proprio clan di appartenenza. Il più Alto Sé non vive più in un corpo ed è in grado di viaggiare in luoghi anche molto distanti, è il Dio assoluto, ma anche una parte “distinta” di ogni singolo uomo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi