Molta gente ci chiede con insistenza se possiamo insegnare loro la tecnica di Cronogenetica. Comprendiamo molto bene il desiderio di conoscere ed imparare questa tecnica così semplice e così potente e vogliamo ardentemente veder nascere nuove coppie che possano portare nel mondo la Buona Novella della Cronogenetica.

Eh sì perché l’evento straordinario e assolutamente innovativo che questa tecnica porta con sé è scardinare il vecchio metodo d’insegnamento al singolo esperto, professionista o terapeuta!

Non è fattibile, nella nuova dimensione etica che si va delineando, insegnare Cronogenetica all’individuo! Non è più il momento di riempire aule di singoli volenterosi e anche esperti nelle generiche tematiche che trattiamo, se non sono disposti a comprendere il nuovo paradigma: la terapia del futuro potrà essere esercitata solo in coppia.

La Cronogenetica è già novità nel fatto stesso della sua nascita: Temogim Schreiber Perotti e sua moglie Mariane Wetzel hanno messo a punto la tecnica e l’hanno comunicata all’altra coppia: Mario Grilli e Domenica Nieddu che l’hanno adattata alla struttura inconscia europea e che ancora oggi la divulgano in Italia. Per noi è sempre importante e illuminante andare a riflettere sull’Origine di una cosa, perché nel concepimento è già presente l’imprinting di nascita.

Se Cronogenetica si trasformerà presto come scuola, sarà un insegnamento diretto a coppie già affiatate o da armonizzare, che abbiano espresso il desiderio di ricevere INSIEME questa conoscenza e di metterla al servizio dell’inconscio familiare degli assistiti e dei clienti.

E’ davvero uno sforzo immaginativo che vi chiediamo: siete già quello che dovete essere, e come “terapeuti” dovete già “pensarvi” in coppia se volete parlare all’inconscio. E’ una visione sistemica e l’individuo (il vostro cliente, il vostro assistito), per tornare ad essere attore principale, deve accettare di riconoscersi una semplice appendice, un organo, un semplice elemento dell’unico INSIEME che è il SUO clan familiare.

Il clan non si fida dei suoi elementi più remissivi perché, anche se obbediscono alla Lealtà Familiare, non producono evoluzione; ma non si fida nemmeno degli elementi più ribelli che vogliono cambiare tutto perché tutto rimanga come prima. Agli occhi del tuo clan devi essere credibile, affidabile, possibilmente un lupo alfa che si fa carico della sicurezza del gruppo.

Al clan poi devi far comprendere che la tua evoluzione come individuo possa avere un ritorno sociale sul gruppo intero o comunque sui soggetti più giovani. Devi essere in grado di raccontargli storie positive che possano affascinarlo e permettergli di canalizzare la sua attenzione.

Solo quando hai garantito queste due parti (sicurezza e tornaconto), potrai fare le domande giuste per conoscere le storie segrete che l’omertà del tuo albero non vuole mollare o rivelare.

Un altro punto importante da accettare è che la Cronogenetica non è una scienza esatta:

non si impara, si può solo trasmettere.

E’ un arte e come tale puoi solo attivare l’abilità del tuo ricalco e la gioia della pratica quasi quotidiana. E’ una maniera di essere nel mondo avendo attivato il terzo occhio ed il terzo orecchio.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi