Con tutta probabilità i cambiamenti accadono proprio nel momento in cui siamo pronti ad accettarli, questo è quello che è successo a me incontrando la Cronogenetica.

Ricordo molto bene che sin da ragazzino cercavo disperatamente con i mezzi che possedevo, una possibile soluzione a conflitti che si agganciavano inevitabilmente a tutta una serie di emozioni negative che mi portavano a rifiutare, invece di accogliere, ciò di cui avevo realmente bisogno. Tale disagio mi ha accompagnato nel profondo per tutta la vita, e in superfice lo percepivo sempre come una brezza leggera ma costante fatta di amarezza, l’abitudine di questa difficoltà, si fondeva poi alla normalità del quotidiano.

Di fatto, questi blocchi emozionali mi tenevano in ostaggio e mi inducevano sempre più a ricercare soluzioni a questo “mal di vivere”. Ho peregrinato anni senza sosta, alla ricerca di un approdo sicuro, ma nonostante gli slanci di fiducia verso le molteplici terapie che intraprendevo, mi ritrovavo ogniqualvolta a navigare a vista nell’oceano della non risoluzione.

Il mio incontro con la Cronogenetica, è avvenuto a metà del 2016, non senza qualche resistenza da parte mia, confesso, tenuto conto del fatto che avevo veramente provato il provabile fino a quel momento, per trovare una soluzione a quei vizi di forma che bloccavano il mio fare.  In realtà volevo principalmente risolvere tutte quelle problematiche che puntualmente si presentavano giusto un momento prima del raggiungimento di qualsiasi obiettivo mi fossi prefissato, vanificandone l’esito finale.

Il lavoro con Domenica e Mario invece, per la prima volta mi ha accompagnato pazientemente a confrontarmi con “dati di realtà” che mi portavano di seduta in seduta, a percepire e scoprire il gioco del mio inconscio che scatenava un potere così intimo, come mai prima avevo sperimentato.

Questa “magica coppia” mi ha preso per mano pazientemente, e mi ha accompagnato all’origine delle problematiche non risolte della mia esistenza per sciogliere uno alla volta quei conflitti che da sempre hanno limitato il mio fare.

Quello che posso testimoniare oggi, è che a distanza di qualche mese dall’inizio degli incontri ho trovato la persona della mia vita, e circa un anno dopo ancora, un nuovo inaspettato lavoro, che mi ha finalmente donato il giusto riconoscimento, al di là delle più ottimistiche previsioni.

In più ancora, ho trovato due cari amici come Domenica e Mario, con i quali ogni tanto ci si incontra piacevolmente, la mia gratitudine per loro è infinita.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi