Introduzione al libro di Cronogenetica
L’uomo in generale è un animale curioso. La curiosità emerge come esplorazione dello spazio intorno a sé, proprio come succede nel mondo animale. Quando una popolazione satura i confini di un territorio limitato, la società tende di per sé ad estendere i propri confini e a trovare nuove terre vergini, come è accaduto nel Nuovo Mondo. Questo impulso è molto evidente non solo nei momenti di guerra, ma anche nella gestione delle faccende domestiche e quotidiane.
C’è anche un’altra possibilità che non sia quella della conquista di nuove terre e questo esempio ci proviene dall’Oriente. Quando la popolazione raggiunse un numero molto elevato di unità, gli uomini delle civiltà più antiche si rifugiarono in se stessi per conquistare il proprio spazio interiore.
Grazie a questa introspezione è stato raggiunto e creato il mondo soggettivo. In India, ad esempio, ci sono scritti che possono essere datati 2000 anni prima di Cristo che già parlano di pratiche introspettive.
A partire da questi pensieri riusciamo a comprendere anche lo sviluppo di Roma e la crescita dell’Impero Romano nell’antichità. Dalla ricerca orientale delle azioni da compiere connesse con la “conquista” di questo “spazio soggettivo” si passa alla occupazione di fatto di territori appartenenti ad altri popoli soggiogati con la guerra e la sottomissione.
Nell’Occidente la lotta materialista per lo spazio esterno ha generato i nostri grandi centri urbani dove vive povertà e promiscuità e un maggior indice di criminalità, tanto nelle grandi metropoli come nelle favelas di oggi.
Nel tempo moderno la tecnologia sviluppata dagli Europei ha permesso loro di invadere i territori dove i “poveri” erano molto contemplativi, stabilendo nuovi domini, possessi e “colonie”. Lo spirito pratico della dominazione commerciale e finanziaria si basava sulla forza militare per garantire gli interessi europei, ma coinvolse anche i sacerdoti per la “salvezza” dell’anima dei dominati che dovevano imparare ad accettare e comprendere la “volontà di Dio”, del dio dei dominatori ovviamente.
Se da un lato esistevano questi interessi territoriali, commerciali e finanziari che muovevano il mondo, come quelli della Compagnia delle Indie, esistevano anche persone molto evolute intellettualmente e spiritualmente che raggiunsero elevate conoscenze relative ai piani dell’introspezione e della conquista dello spazio interiore, tra indù, cinesi, tibetani, africani, come anche tra i semplici hawaiani, prima di diventare cittadini americani.
Molte di quelle conoscenze furono riportate nei centri culturali d’Europa, ma poiché erano molto distanti dalla dottrina predominante, favorirono la nascita e lo sviluppo delle società segrete che si dedicavano a questi studi. Con la scoperta delle rovine della civiltà egizia e lo sviluppo delle “Scuole dei Misteri”, identiche sia nella Grecia che in Oriente, le conoscenze dei due sentieri vennero sommate.
Infine, per ultima, è arrivata per gli occidentali la conoscenza della psicologia hawaiana che permette di comprendere in maniera molto semplice la relazione tra cosciente, subconscio e superconscio, senza i “misteri” esoterici e senza la complessità della nomenclatura che detiene il potere della conoscenza sia in India come nell’Egitto.
E’ assolutamente normale per la natura umana che ciascun sistema organizzato che possieda una qualche forma di conoscenza, si pensi l’unico e autentico portatore della verità e, in una maniera o nell’altra, si offra per prestare un qualche tipo di servizio nei momenti storici dove accade un cambiamento di valori. 
La percezione del movimento temporale e la sua concettualizzazione permetteranno di stabilire la SEQUENZA DEGLI ACCADIMENTI attraverso la LINEA DEL TEMPO.
Quelle società esoteriche possono differenziarsi nella parte strutturale, nei rituali, nei doveri ed obbligazioni, ma nella loro essenza conducono agli stessi valori etici, morali , intellettuali e spirituali , con piccole alterazioni interpretative e con l’imprinting segnato dalla personalità dei loro fondatori.
Con alcune varianti tutte conducono alla medesima fonte, agli stessi esercizi che portano allo sviluppo delle potenzialità interiori, sempre accompagnati da raccomandazioni relative alla condotta etica e morale.
La potenza e il movimento dell’energia che sta dietro al potere di concentrazione viene denominata MAGIA. Fondamentalmente i fenomeni sono i medesimi tra i berberi del Nord Africa, tra gli Ebrei o gli Indù, tra i Tibetani o i Polinesiani e curiosamente anche tra gli hawaiani, un popolo completamente isolato in un arcipelago dell’Oceano Pacifico, ma le cui tradizioni potrebbero derivare dall’Asia.
Questi fenomeni includono la visione, la chiarudienza , la telepatia, la telecinesi o il trasferimento di energia con tecniche mentali sia vicino che a distanza e coinvolgono non solo esseri viventi ed esseri umani, ma sono addirittura utilizzati per influire sugli elementi della Natura.
La magia come fenomeno psichico naturale per alcuni individui favoriti geneticamente ed evoluti psichicamente, può essere considerato in alcune culture come “sovrannaturale”. Il concetto di sovrannaturale nasconde la totale mancanza di efficacia psichica naturale di un certo tipo di maestro e/o di leader. Le conoscenze di quelle possibilità e del loro sviluppo vengono identificate come esoterismo in Europa e in America, quando i suoi adepti, in genere con tendenze mistiche, non hanno ancora deciso di andare a ricercarne le cause servendosi della Scienza e del suo metodo.
E’ curioso verificare come le parole utilizzate nella pratica magica dei Kahuna hawaiani contengano radici di parole ebraiche o egizie. Lo stesso capita in India e riesce difficile affermare quale luogo possa essere considerato punto di origine. Si crede che possano venire dagli abitanti di “Lemuria” sopravvissuti alla catastrofe che seguì allo sprofondamento del Continente nell’Oceano Pacifico.  
 
Sappiamo che la base religiosa dell’India si fonda su scritti risalenti a 2000 anni prima di Cristo e che i concetti etici e morali dei Vangeli coincidono con quelli dei Veda, così come i concetti del Corano con quelli del Vangelo. Ad una analisi approfondita le parole utilizzate in liturgie simili di differenti tradizioni o in particolare attraverso istruzioni e comandi, hanno la medesima radice quando non si tratta di identici vocaboli.
I semplici hawaiani e la loro filosofia Huna ci hanno mostrato il loro proprio “segreto”: Ka – huna significa infatti “il Segreto”. E 'interessante notare che questa parola ha la connotazione di qualcosa che è difficile da vedere, non di qualcosa che deve essere tenuto nascosto.  Dunque nelle Hawaii, sperduto arcipelago in mezzo all’Oceano Pacifico, le conoscenze non sono mai diventate esoteriche perché non c’era alcuna possibilità di conquistare nuovi territori, né c’era posto per un potere gestito da una isolata nomenclatura religiosa: i Ka-huna locali, più che sacerdoti sono semplici esperti e maestri della filosofia Huna, che tramanda nel tempo i metodi di Guarigione e di sviluppo delle capacità psichiche, preservando l'antica conoscenza nella sua integrità.
Ciò che conta è il fatto che un addestramento pratico libero da preoccupazioni filosofiche, politiche o religiose può condurre la persona a sperimentare quei fenomeni e a tornare ad essere proprietaria (cioè responsabile) del suo vero destino.
Gli insegnamenti pratici hanno come risultato di poter individuare, raggiungere ed oltrepassare la CAUSALITA’ dell’evento, al di là delle suggestioni teoriche che sono dietro le credenze di qualsiasi origine. La CRONOGENETICA è figlia di quella conoscenza pratica che non intende la Causa Radice come COLPA da rimettere, o Peccato d’Origine che richiede il sacrificio del Figlio di Dio.

Semplicemente con la Cronogenetica Noi andiamo indietro nel tempo (lo anticipiamo), arriviamo a Prima di Adesso, ed in quel punto CONSTATIAMO che “nulla di irreale esiste”.
Così mentre tutti sono predisposti a guardare, ascoltare, vedere e sentire “L’ESTREMA BONTA’ E L’ESTREMA GIUSTIZIA DI DIO”, TU SCEGLI IL TUO CAMMINO così che i tabù, le paure, i sensi di colpa, i preconcetti, gli abiti mentali, i costumi, le tradizioni, le certezze e le incertezze vengono a cadere e tolgono l’essere umano dalla sofferenza e dal dubbio dell’esistenza di Dio.
Siamo in un epoca di transizione planetaria e molte cose stanno per succedere ed il tempo sta volando via; ce ne resta poco per seminare una buona semente in un suolo fertile. Io sono ancora qui, a Guarapari, nello Stato brasiliano di Espirito Santo, rinchiuso in costante orazione, pregando Dio di usare pietà e clemenza per l’umanità intera.
Mario e Domenica continuano con ardore e fede, lanciando i semi della Cronogenetica: questo resterà scritto nel libro della vita per sempre. Da otto anni tutti i giorni io e Mariane, stiamo ricordando l’Italia, che resta sempre nel nostro ricordo e nel nostro sangue. In Brasile noi siamo di passaggio perché presto torneremo, perché è lì, in Italia che desidero terminare i miei giorni.
Un abbraccio
Temogim Schreiber Perotti
Guarapari (Brazil) 17 dicembre 2008

Credo nei risultati che VEDO !
Mi sono avvicinata alla Cronogenetica solo perché me lo ha chiesto il mio compagno...[leggi]
Lui mi ha consolata invece di aggredirmi
Mi sono trovata bene, mi è piaciuta l'esperienza anche se all'inizio ero molto molto titubante e perplessa...[leggi]
Da subito mi sono sentita determinata
I rapporti con la mia famiglia di origine e con i miei figli sono migliorati in particolare quello con mia madre...[leggi]
L'omertà e la colpa spesso abitano nel nostro albero generazionale
Il mio problema non te lo posso dire, perché di te non mi fido!...[leggi]

La rabbia come bisogno di superare il LIMITE
Il limite non è una mutilazione, ma un semplice confine, è l’orizzonte che ci dà la nostra posizione sotto il cielo...[leggi]

CRONOGENETICA
Mario e Domenica GRILLI
Siamo presenti in SVIZZERA

EMILIA ROMAGNA - VENETO
FRIULI  VENEZIA GIULIA
LOMBARDIA - PIEMONTE
TRENTINO - TOSCANA

Per info e per appuntamento:
cell. 
334 3983434

 

Cronogenetica è proprietà di New R.E.A.L. di Mario Grilli (P.Iva 01909810978) e di Crisalide di Domenica Nieddu (P.Iva 01992460970)